Il Luppolo

luppolo_rezPremesso che il Luppolo, pur essendo un’essenziale componente per determinare il grado IBU di amaricante ed il profumo della birra, è circa lo 0.2% dei componenti della birra.

Le sue varietà sono molteplici ed in continuo aumento al punto che alcuni birrifici sviluppano varietà ibride che coperte da brevetto diventano una costante delle loro birre.

Il Luppolo è una pianta appartenente alla famiglia delle Cannabaceae, un rampicante che può raggiungere gli 8 metri di altezza, per l’aromatizzazione della birra vengono utilizzati i fiori della pianta femminile (tranne per alcune tipiche birre regionali Inglesi)

Il suo utilizzo come conservante della birra deriva dalla scoperta di suor Hildegard nel XII secolo, che forse inconsapevolmente tolse ai monaci il monopolio dei mix segreti di erbe conservanti “gruit”, vendute a caro prezzo ai mastri birrai dell’epoca.

Sicuramente tutte le birre anche se industriali utilizzano luppoli per l’amaricante ed altri aromatici mentre la stragrande maggioranza delle birre artigianali utilizzano mix di molteplici varietà di luppolo, quindi l’utilizzo di 3 luppoli non è sicuramente una quantità così ragguardevole da meritare di essere sottolineata

La SCHÖNBUCH utilizza luppoli aromatici coltivati nella vicina zona di TETTNANG sul lago di Costanza, attualmente ha anche adibito parte del giardino della brauhause alla coltivazione del luppolo al fine di creare un contatto diretto tra gli estimatori delle sue birre ed uno dei suoi ingredienti.

Crediti immagine: Zurgo